Quarto capitolo – 2028

by Martina Palazzolo on 21 Apr 2015

Amicizie da evitare

L’inammissibile incontro tra Multipli e Divisori

Disegno di Diemilaeventotto in treno con i suoi multipli

Due e Tredici … non sapeva Duemilaeventotto quanto importanti sarebbero diventati nel suo prossimo futuro questi numeri.
Abbiamo visto che nel Mondo Decimale Duemilaeventotto aveva imparato a evitare numeri che, come il Due, lo dividevano un numero finito di volte generando Interi. Dovreste averli trovati voi da soli, in fondo al Secondo capitolo. Mentre pensava a tali numeri e alle divisioni 2028:2; 2028:3; 2028:4;2028:13; …; zzZZZ … Duemilaeventotto si era addormentato pacifico, ricordate?
Due, Tre, Quattro, Tredici, non erano gli unici numeri che le leggi di Virgola gli avevano impedito di frequentare, c’erano anche tutti quelli che derivavano dalla loro combinazione. Non gli avevano mai permesso, nemmeno per sbaglio, di incontrare anche Sei ( Due x Tre), Ventisei (Tredici x Due), Trentanove (Tredici x Tre), Cinquantadue (Tredici x Due x Due), Settantotto (Tredici x Due x Tre), Centocinquantasei (Tredici x Due x Due x Tre), Centosessantanove (Tredici x Tredici), Trecentotrentotto (Tredici x Tredici x Due), Seicentosettantasei (Tredici x Tredici x Due x Due) e Cinquecentosette (Tredici x Tredici x Tre).
Pensate che siano tante le conoscenze che gli avevano impedito d fare?
In realtà non sono niente rispetto all’infinità degli Interi che Duemilaeventotto poteva invece incontrare in modo assolutamente regolare e con i quali poteva danzare alla luce del sole.
Per questo motivo, Duemilaeventotto non si era affatto accorto di questo, chiamiamolo, complotto da parte del sovrano Virgola. Complotto d’altra parte destinato a tutti gli abitanti del mondo Decimale. Ogni numero aveva delle conoscenze indesiderabili che gli era impedito incontrare. Certo, per sbaglio, ogni tanto, poteva capitare che due Multipli si incontrassero. Come era accaduto a Duemilaeventotto e Due. Ma il sovrano aveva trovato uno stratagemma perché l’eventualità di questi incontri fosse talmente remota da risultare quasi impossibile. Se capitava, poi, che l’incontro avvenisse, il sistema di allarme installato in tutto il mondo Decimale risuonava nella reggia e faceva partire immediatamente una pattuglia di pulizia che, attraverso un sofisticato sistema di localizzazione, partiva alla caccia dell’Intero generato. Intero poverino che, come il Millequattordici, aveva come unica possibilità di salvezza quella di chiedere asilo nel mondo Intero, ammesso che riuscisse a raggiungerlo in tempo.

L’inammissibile incontro tra Multipli e Divisori.

Essere apostrofati come “Multiplo!” era davvero offensivo, un oltraggio difficile da tollerare qui, nel mondo Decimale. Se qualcuno veniva chiamato brutalmente “Multiplo!” significava che lì accanto c’era qualcuno che veniva beffeggiato come suo “Divisore!”. Essere additati come Multipli e Divisori… Sentirsi additare come Divisore poi … solo a sentirsi chiamare così un numero poteva desiderare addirittura di scomparire e quindi non avrebbe esitato un attimo a moltiplicarsi con le Zero in modo da scomparire del tutto!
Bisognava essere in due ed essere vicini a chiacchierare per essere denominati così: un Multiplo era tale solo accanto al rispettivo Divisore e viceversa. Poteva accadere che due numeri si accorgessero di essere uno il Multiplo dell’altro e quindi di essere l’altro il Divisore di quell’uno solo dopo qualche tempo, solo dopo essersi conosciuti meglio. Tuttavia, appena scoprivano di avere questa particolare relazione troncavano immediatamente tutti i rapporti e non si sarebbero guardati in faccia mai più!
Era accaduto, un giorno all’amico Sette. Sette aveva conosciuto Ventuno al mercato e si erano messi a dibattere circa le difficoltà di pulire i carciofi senza pungersi le dita. Duemilaeventotto, che passava di lì, si accorse della sconvenienza di quelle chiacchiere. Senza dare nell’occhio allora si avvicinò all’amico Sette e lo avvisò, sussurrandogli all’orecchio, di stare chiacchierando con un suo Multiplo. Sette, diventato quindi un Divisore, in quel preciso momento, sbiancò e per poco non svenne. Ventuno guardò perplesso Duemilaeventotto. Quando anche lui venne avvisato con lo stesso sussurro, Ventuno lasciò cadere i carciofi appena acquistati e si diresse con passo veloce lontano lontano. Non mangiò più carciofi e nel recarsi al mercato stava molto attento a non frequentare più quella bancarella. Fece lo stesso Sette e la bancarella perse, in un colpo solo, due dei suoi migliori clienti.
Duemilaeventotto conosceva molto bene Ventuno e sapeva anche che quando veniva invitato a corte per danzare poteva portare o Sette o Ventuno ma mai entrambi insieme. Aveva ricevuto la comunicazione ufficiale tanto tempo fa, quando era stato convocato da Virgola in persona. Poteva presentarsi a corte per allietare le serate di Virgola in presenza di specifici numeri e il Sette e il Ventuno erano inclusi entrambi, ma era stato obbligato a firmare un documento in cui si impegnava a non portarli contemporaneamente insieme. Anzi, nel documento, Duemilaeventotto era obbligato a non frequentarli nemmeno mai nello stesso momento e dovette giurare che avrebbe fatto tutto quello che era in suo potere per evitare che i due si incontrassero e conoscessero. Il suo intervento al mercato sarebbe stato gradito a Virgola e probabilmente gli avrebbe fruttato almeno una medaglia all’onore, tuttavia preferì tenere l’accaduto per sé ed evitare che dalla corte partisse qualche ispezione che mettesse in difficoltà i due amici.
Se abbiamo trattato con cura la divisione “Duemilaeventottodivisosette”, vale la pena anche osservare “DuemilaeventottodivisoVentuno” e magari “DuemilaeventottodivisoQuattordici”. Ma lo faremo nel prossimo capitolo. Nel prossimo capitolo diamo spazio a tutte le divisioni che riusciamo a fare e che vedono Duemilaeventotto come Dividendo protagonista. Essendo infinite non le possiamo certo eseguire tutte … faremo il possibile, l’impossibile proprio non si può.
Dovremo incominciare noi a fare qualche distinzione tra divisione e divisione, tra numero decimale e numero decimale e a chiarire le idee a Duemilaeventotto. Per scomporsi, infatti dovrà proprio scegliere gli amici che gli avevano inculcato essere indesiderabili nel regno del sovrano Virgola. Non sarà facile per lui ma imparerà e farà anche pace con la sua aguzzina Tredici.
Come dicevo poco sopra: buffo come nascere e abitare in contesti differenti …
Duemilaeventotto aveva guardato con stupore quel gioco del Cinquanta, nel secondo capitolo. Poteva, Cinquanta, giocare e divertirsi con i suoi divisori quando a Duemilaeventotto era stato formalmente e giuridicamente vietato con tanto di sanzioni pesanti quali l’espulsione se non peggio. Beh … ora si trovava nel paese che l’aveva accolto dopo il naufragio, il paese in cui si poteva giocare con i propri divisori. Eccolo giocare contento … non è molto pratico però … se avete tempo e voglia di dargli una mano … tasti freccia e barra spaziatrice a voi!!

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Per sbirciare ed eventualmente prendere ispirazione dal codice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi