AI genitori

by Martina Palazzolo on 6 Gennaio 2013

Cari genitori,
spero che questo blog di documentazione didattica possa piacervi.
Qui trovate alcune delle attività proposte ai vostri figli. Non tutte,  altrimenti non dormirei la notte … solo  quelle che ho ritenuto più significative.
Documentare non è facile e spero di non aver commesso errori grossolani. Nel caso mi date una grossa mano se me li fate notare.
Per documentare ho utilizzato spesso scansioni dei quaderni dei lavori degli alunni.
I lavori non sono soggetti a critiche o rimproveri e vengono utilizzati solo come esempio dei loro prodotti. Se doveste riconoscere il lavoro di vostro figlio e la cosa vi dispiacesse, scrivetemi una mail e lo toglierò dalla documentazione. Ma non credo che la cosa vi dispiaccia, anzi, spero sia motivo di orgoglio per voi e per l’autore del lavoro.

Come mamma sarei contenta di vedere il lavoro che i miei figli sono chiamati a svolgere in classe. E’ un po’ come partecipare ad un pezzetto importante della loro vita (che man mano che crescono diventa sempre più “privata” … almeno i miei che alla domanda cosa hai fatto oggi rispondono, come da protocollo: “niente”).
Quando vengono a casa con dei lavoretti per le festività, soprattutto i più piccoli, quelli della scuola materna e delle prime classi delle elementari, provo ad  immaginare come la maestra possa aver lavorato in classe. Allora mi assale sempre lo stesso  un desiderio, il desiderio che  questo lavoretto possa diventare una sfera di cristallo in cui vedere come è stato realizzato. E mi chiedo: “ma come avrà fatto ad organizzare quei 27 marmocchietti scatenati, una delle quali mia figlia, per farli produrre questo stupendo uovo di Pasqua colorato?”; tutti, e dico tutti e 27,  hanno il loro bel manufatto da portare a casa.

Ecco, sebbene immersi nel mondo della prima adolescenza che attraversa i vostri figli e non più nel mondo dell’infanzia,  spero che possiate, almeno in parte,  togliervi questa curiosità.

laprofpalazzolo

One Response to “AI genitori”

  • wanda cella says:

    grazie Prof. sono d’accordo con lei. Io sono orgogliosa del lavoro di mia figlia e trovo che sia una bella idea condivedere le “fatiche” dei ragazzi con noi genitori. Grazie ancora. Wanda mamma di Giulia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi